Centro per il Riciclaggio della Plastica della Svizzera Italiana (CRiPSI)

CRiPSI ha vinto il concorso Innovate4Climate organizzato da WWF, Climate-KIC e Impact HUB a Zurigo lo scorso 5 dicembre e ha così ottenuto accesso all’Accelerator Program!

Victory

Ogni persona consuma in Svizzera in media circa 180 kg di plastica ogni anno. Bruciare o disporre la plastica in una discarica ha un impatto ambientale enorme. In Ticino ci sono diversi comuni, come Bellinzona o Giubiasco, che fanno la raccolta differenziata della plastica, ma poi pagano per bruciare questa plastica all’inceneritore! Altri comuni hanno smesso di fare la raccolta differenziata perché non riuscivano a riciclare la plastica.

Vista la situazione della plastica nella Svizzera italiana, abbiamo deciso di creare il Centro per il Riciclaggio della Plastica della Svizzera Italiana (CRiPSI). Riciclare la plastica risparmia in media circa 2,5 kg di CO2 per kg di plastica. Con CRiPSI potremmo inizialmente riciclare 2800 t di plastica all’anno, che significa 7’000 t di CO2 in meno all’anno, senza contare la diossina e gli altri inquinanti. In un secondo momento, aumentando le linee di produzione, potremmo aumentare la quantità di plastica riciclata.

Avendo un Centro per il riciclaggio nella Svizzera italiana, i comuni sarebbero incentivati a raccogliere la plastica per riciclarla e un comune come quello di Bellinzona potrebbe risparmiare fino oltre il 30% sui costi di smaltimento dei rifiuti, dandoci la plastica invece che pagare per bruciarla.

L’investimento iniziale per creare il Centro sarebbe di circa CHF 2’100’000.- e per questo stiamo cercando capitali. Se v’interessa scrivete a info@cripsi.com.

CRiPSI ha anche deciso di creare dei centri di riciclaggio della plastica in Africa, a cominciare dal Benin.